Indagine patrimoniale per recupero crediti

Quando si vuole recuperare dei crediti non riscossi, consigliamo quasi sempre di partire da un’indagine patrimoniale preventiva. In questo modo si potrà avere un’idea chiara e precisa della situazione patrimoniale del debitore. Attraverso un’indagine patrimoniale, è possibile sapere se il proprio debitore è in grado di onorare i suoi impegni economici e con che tempistiche.

Le informazioni fornite da un’indagine patrimoniale permettono di prendere decisioni importanti con maggiore consapevolezza. Infatti, solo chi ha a disposizione tutte le informazioni rilevanti è in grado di valutare adeguatamente il rapporto costi-benefici di ulteriori azioni di recupero crediti stragiudiziale e giudiziale e “trovare la strada giusta”.

Un esempio? Potresti scoprire che non devi necessariamente accontentarti di una cessione del credito ma che puoi ambire a qualcosa di più, come un compromesso su un piano di rientro.

Insomma, i vantaggi offerti da un’indagine patrimoniale ben condotta ne giustificano quasi sempre i costi. Passiamo ora ad una descrizione più dettagliata di questa procedura.

 

Indagine patrimoniale: cos'è?


Nel settore del recupero crediti, le indagini patrimoniali costituiscono delle indagini finalizzate ad individuare i beni in possesso del debitore. Non solo: queste indagini permettono anche di scoprire se i beni in questione sono aggredibili. Un’indagine patrimoniale può riguardare:

  • redditi da lavoro o da pensione
  • conti correnti bancali e postali
  • proprietà immobiliari e mobiliari
  • beni mobili intestati
  • investimenti e depositi bancari
  • quote societarie detenute
  • canoni di locazione
  • eventuali crediti o donazioni
  • altri debiti in essere

Il risultato di queste indagini è quindi un quadro estremamente dettagliato della situazione patrimoniale del debitore.

 

Come viene effettuata un’indagine patrimoniale


Le indagini patrimoniali vengono effettuate consultando un ampio ventaglio di banche dati nazionali e pubblici archivi. Quelli consultati più di frequente sono le anagrafi comunali, il Pubblico Registro Automobilistico (PRA), il Registro Imprese della Camera di Commercio, le banche dati INPS, il Catasto e la Conservatoria dei Registri Immobiliari.

Per questioni di rispetto della privacy, alla maggior parte di questi dati hanno accesso solo soggetti ed enti autorizzati. Proprio per questo motivo, è impensabile intraprendere privatamente un'indagine patrimoniale. Al contrario, è sempre consigliabile rivolgersi a degli esperti del settore.


Recredit svolge regolarmente indagini patrimoniali per conto di attività commerciali e professionisti. Non esitare a contattarci per maggiori informazioni sui nostri servizi.

Altre news

Dopo quanto tempo un credito va in prescrizione?

Hai paura che il tuo credito possa andare in prescrizione o che siano già scaduti i termini? Nel nostro articolo, ti spiegheremo come funziona la prescrizione e quali sono le tempistiche per i vari tipi di credito.

Come dimostrare che un credito è inesigibile

Dimostrare che un credito non può essere riscosso è fondamentale per poter beneficiare dei vantaggi fiscali previsti dalle normative attualmente in vigore. Vediamo, quindi, come è possibile documentare l'inesigibilità del credito.

Documento di inesigibilità del credito: a cosa serve

In generale, con credito inesigibile ci si riferisce a un credito che certamente (o quasi certamente) non verrà riscosso. Ma perché è importante documentarne l'inesigibilità? E come procedere concretamente? Trovi le risposte a queste domande nel nostro articolo.

Recupero crediti: cos’è il piano di rientro?

Quando il debitore è inadempiente e incassare le fatture già emesse diventa complicato, spesso ai creditori viene proposta la sottoscrizione di un piano di rientro: scopriamo cos'è, come funziona concretamente, e in quali casi può essere un buon compromesso tra le due parti.

Stralcio dei crediti: di cosa si tratta?

Spesso, nel mondo del recupero crediti, si sente parlare di stralcio dei crediti: di cosa si tratta esattamente? In questo articolo, ti spiegheremo tutto quello che c’è da sapere su questa pratica. Scoprirai anche in quali casi può essere una soluzione conveniente per la tua impresa e quando invece dovresti optare per il classico servizio di recupero crediti.

Il tuo debitore gioca a nascondino?

Fagli tana! Rintracciare il debitore e i suoi beni patrimoniali è il primo passo da compiere per realizzare un’attività di recupero crediti con esito positivo.

Crediti inesigibili?

Crediti inesigibili? Trasformali in una perdita facilmente deducibile grazie alla CESSIONE PRO-SOLUTO.

Ci prendiamo cura del tuo business

Il nostro team è specificamente qualificato nel fornire alle aziende un servizio professionale ed efficace di recupero degli insoluti aziendali.

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di più