Cessione crediti pro soluto: a cosa serve

Se sei un imprenditore, un freelance con partita IVA o ti occupi di contabilità, anche a te sarà capitato di sentire parlare della cessione crediti pro soluto. In questo articolo scopriamo cos’è, a cosa serve e i vantaggi fiscali che puoi ottenere usufruendo di questo servizio.

 

Il problema dei crediti inesigibili


Per quanto riguarda la puntualità dei pagamenti in Europa, le imprese italiane si classificano peggio rispetto alle loro concorrenti.

Come evidenziato da uno studio CRIBIS, nel 2021 sono ulteriormente aumentate le imprese che pagano i propri crediti in forte ritardo (oltre i 30 giorni).

Non sempre le fatture insolute vengono saldate, e talvolta si trasformano in crediti inesigibili - un problema fortemente sentito dalle piccole e grandi aziende. Questo problema, però, presenta una soluzione tanto semplice quanto vantaggiosa: la cessione crediti pro soluto, appunto.

 

A cosa serve la cessione crediti pro soluto


La cessione crediti pro soluto è uno strumento che gli imprenditori hanno a disposizione per limitare le criticità derivanti dai mancati pagamenti e ottenere un risparmio fiscale.

Ricordiamo che presentare un bilancio trasparente e veritiero è un diritto e un dovere dell’imprenditore. Un dovere perché, secondo l’articolo 2423 del Codice civile, “deve essere redatto con chiarezza e deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della società e il risultato economico dell'esercizio”. Un diritto perché i crediti non riscossi concorrono alla formazione del reddito imponibile e, se non eliminati dal bilancio, verrebbero impropriamente soggetti a tassazione.

Con il servizio di cessione crediti pro soluto le imprese hanno la possibilità di stipulare un accordo per cui i crediti inesigibili vengono trasferiti a una società terza.


I vantaggi
 

Questa operazione permette di ottenere:
•    un bilancio pulito, che ottempera alle disposizioni di legge
•    un consistente risparmio sui costi di gestione dei crediti in sofferenza
•    la possibilità di anticipare il passaggio a perdite di tali crediti

 

Cessione crediti pro soluto e deducibilità fiscale


Anticipare la certezza delle perdite su crediti permette di trasformarle in perdite fiscalmente deducibili. Infatti, cedendo il credito, i mancati pagamenti verranno eliminati dal bilancio d’esercizio relativo all’anno corrente e non saranno soggetti a tassazione.


Recredit collabora con un Intermediario Finanziario iscritto all'Ufficio Italiano dei Cambi (art. 106 TULB), tramite il quale è possibile stipulare un regolare contratto di cessione crediti pro soluto. Contattaci per saperne di più!

Altre news

Recupero crediti stragiudiziale: come funziona?

Rispetto alla procedura giudiziale, il recupero crediti stragiudiziale rappresenta una strada più veloce ed economica per incassare le fatture non pagate: in questo articolo ti spieghiamo nel dettaglio come si svolge, passo dopo passo.

Recupero crediti: quando intraprendere un’azione legale

A volte, le azioni di recupero crediti possono fallire. In quali casi conviene proseguire in sede giudiziale e quando, invece, la scelta migliore è tentare nuovamente la strada del recupero crediti stragiudiziale?

Dopo quanto tempo un credito va in prescrizione?

Hai paura che il tuo credito possa andare in prescrizione o che siano già scaduti i termini? Nel nostro articolo, ti spiegheremo come funziona la prescrizione e quali sono le tempistiche per i vari tipi di credito.

Indagine patrimoniale per recupero crediti

Vuoi incassare dei crediti non riscossi ma non sai se il debitore è in grado di saldare l'importo dovuto? In casi come questo, consigliamo di partire da un'indagine patrimoniale preventiva. Leggi l'articolo per scoprire cos'è un'indagine patrimoniale e come viene condotta.

Come dimostrare che un credito è inesigibile

Dimostrare che un credito non può essere riscosso è fondamentale per poter beneficiare dei vantaggi fiscali previsti dalle normative attualmente in vigore. Vediamo, quindi, come è possibile documentare l'inesigibilità del credito.

Documento di inesigibilità del credito: a cosa serve

In generale, con credito inesigibile ci si riferisce a un credito che certamente (o quasi certamente) non verrà riscosso. Ma perché è importante documentarne l'inesigibilità? E come procedere concretamente? Trovi le risposte a queste domande nel nostro articolo.

Recupero crediti: cos’è il piano di rientro?

Quando il debitore è inadempiente e incassare le fatture già emesse diventa complicato, spesso ai creditori viene proposta la sottoscrizione di un piano di rientro: scopriamo cos'è, come funziona concretamente, e in quali casi può essere un buon compromesso tra le due parti.

Stralcio dei crediti: di cosa si tratta?

Spesso, nel mondo del recupero crediti, si sente parlare di stralcio dei crediti: di cosa si tratta esattamente? In questo articolo, ti spiegheremo tutto quello che c’è da sapere su questa pratica. Scoprirai anche in quali casi può essere una soluzione conveniente per la tua impresa e quando invece dovresti optare per il classico servizio di recupero crediti.

Il tuo debitore gioca a nascondino?

Fagli tana! Rintracciare il debitore e i suoi beni patrimoniali è il primo passo da compiere per realizzare un’attività di recupero crediti con esito positivo.

Crediti inesigibili?

Crediti inesigibili? Trasformali in una perdita facilmente deducibile grazie alla CESSIONE PRO-SOLUTO.

Ci prendiamo cura del tuo business

Il nostro team è specificamente qualificato nel fornire alle aziende un servizio professionale ed efficace di recupero degli insoluti aziendali.

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di più